Counselling

   

Counselling

 

Alcune risposte alle domande più frequenti

 

Chi è il Counsellor?

 

E’' un operatore d’'aiuto, un professionista che ha completato uno specifico percorso formativo ed è quindi in possesso di un Diploma Abilitante,  iscritto ad una Associazione Professionale che ne garantisca i requisiti, la formazione e la supervisione permanente.

Il counsellor è formato per fornire consulenze di aiuto in merito a:

  • specifici problemi di ordine personale o professionale
  • difficoltà nel prendere decisioni
  • orientamento nelle scelte di vita
  • supporto nelle difficili fasi che si susseguono durante il ciclo di vita
  • gestione delle relazioni interpersonali
  • gestione della relazione con se stessi
  • sviluppo delle risorse e potenzialità
  • promozione e sviluppo della consapevolezza personale
  • gestione di emozioni, pensieri, percezioni e conflitti interni e/o esterni
     

Con chi lavora il Counsellor?

 

Con clienti individuali, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni.

 

Qual è la funzione e il senso del Counselling?

 

Il Counselling ha una funzione culturale di primo piano nella società moderna e si inserisce nel vuoto culturale come una risorsa e una possibilità di ricerca e di sviluppo ai bisogni emergenti, che interessano i rapporti sociali e quelli professionali. Inoltre lo sviluppo delle capacità di comunicazione è di importanza centrale per tutte le professioni che trattano con il pubblico.

L’'obiettivo nel complesso è fornire ai clienti, l’'opportunità di lavorare su se stessi nell’'ottica di acquisire risorse e ottenere una maggiore soddisfazione come individui e come membri della società. Il counsellor non si sostituisce al cliente ma è un professionista che lo aiuta nello sviluppo delle proprie risorse e abilità.

 

Perché e quando rivolgersi al counsellor? 

 

Il counsellor interviene su situazioni esistenziali attuali, nel “qui ed ora”, con interventi professionali che donano sollievo nei momenti di disagio esistenziale, dolore e disorientamento, a seguito di perdite affettive, separazioni, difficoltà relazionali e crisi di coppia. 

Gli incontri con il counsellor aiutano anche nella gestione dei cambiamenti significativi sul lavoro o nella vita privata, nel recupero dell’'entusiasmo e della motivazione, nello sviluppo delle proprie qualità, del potere personale (empowerment)  e nel raggiungimento del proprio equilibrio personale. 

 

Fonti:

Il profilo professionale del counsellor, da AICo Federazione Nazionale

 

Se non è etico non è counselling, commenti e riflessioni di Danilo Toneguzzi, da  In formazione psicoterapia counselling fenomenologia

Appunti personali

 
 

e-mail:  studiolauraberenini@alice.it

phone 338 41 71 585

Facebook

 

© Studio Laura Berenini Tutti i diritti riservati   Licenza Creative Commons